Amalia#la nonna

Amalia a San Remo (1937)
Amalia a San Remo (1937)

Il pianoforte Zimmerman, la roulotte austriaca, le Nazionali esportazioni rigorosamente senza filtro.
Stile libero fino alle boe, cozze espresse con sugo e spaghetti, merende a pane e prosciutto sugli scogli.
Mattine tra i fiori, riposi pomeridiani e serate a canasta.
Pesca con la rete, parole crociate, ago, filo e ditale per i rammendi.
La macchina da cucire, la veranda e i bottoni. Uso, riuso, riciclo contro il consumismo.
A piedi fino a Guarcino, fino a Sperlonga, fino al cimitero di Ferentino. Sulla neve con gli sci, con la neve sui tetti.
La radio, i mattoni del corridoio, le campane, Papaveri e Papere, Sentieri. Il ciambellone a colazione, le pizzette fritte per sfizio, la genovese e un uovo a giorno.
Fratelli e sorelle, zie e zii, cugine e cugini, comari e nipoti.
Le telefonate dalla camera marrone, le cene nella camera gialla, gli armadi e i giochi nella camera di zia Gina.
Il sole che filtra dalle persiane e l’azzurro, l’azzurro ovunque.
Un’istantanea tira l’altra, non basterebbe l’intero web…

Amalia Miranda era nata il 3 settembre 1910 a Guarcino (FR) e se n’è andata nella sua casa di Ferentino (FR) ad agosto del 1992 dopo una vita vissuta intensamente, e per lunghi periodi a stretto contatto col mare. A chi ha avuto la fortuna di incontrarla ha lasciato mille cose, e tra queste il coraggio e la forza di vivere come ci piace, con intelligenza e con il sorriso.


2 pensieri riguardo “Amalia#la nonna

    Michele ha detto:
    aprile 17, 2014 alle 7:49 pm

    Manu e’ bellissimo… mi hai fatto scappare una lacrima… quanti bei ricordi… mi manca tutto!

    casaponte50 ha detto:
    maggio 17, 2016 alle 8:51 pm

    : ) E’ bella, Amalia. Un sorriso per lei.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...